Luogo / Carpi (MO)
Descrizione / Ristrutturazione e miglioramento sismico di fabbricato residenziale della metà degli anni Ottanta
Problema / Edificio danneggiato dai fenomeni sismici del 2012
Periodo / 2013-2014

Intervento / Il fabbricato, un condominio edificato intorno alla metà degli anni Ottanta, si compone di piano interrato, piano terra e quattro piani in elevazione. La struttura portante è costituita da travi e pilastri in cemento
armato, pareti in cemento armato e pareti in muratura.
Le operazioni hanno previsto il ripristino e il consolidamento delle strutture orizzontali e verticali, che dopo il sisma presentavano diverse lesioni da taglio, spesso dovute alla riduzione di sezione dell’elemento portante in corrispondenza dei passaggi impiantistici.
Grazie all’impiego di materiali compositi fibrorinforzati è stato possibile eseguire interventi di ripristino sulle sezioni resistenti degli elementi in calcestruzzo armato, aumentando le prestazioni delle strutture in termini di resistenza e duttilità nei confronti dell’azione sismica, mediante:
– rinforzo dei nodi trave-pilastro;
– incremento del confinamento dei pilastri, per migliorare la resistenza al taglio;
– fasciature di piano, per evitare meccanismi di ribaltamento fuori dal piano dei maschi murari del vano semicircolare sul retro;
– sistemi antiribaltamento, per garantire i collegamenti tra cornice strutturale in cemento armato e pannelli murari di tamponamento.
Risultato / L’edificio è stato riportato alla piena funzionalità e abitabilità, con un ulteriore intervento di consolidamento del vano scala in muratura tramite inserimento di pilastri in calcestruzzo.

Pilastro lesionato.

Applicazione del confinamento tramite tessuto in materiale composito e ripristino della muratura di tamponamento.

Nuovo pilastro in cemento armato nel vano scala in muratura esistente.

Fabbricato prima intervento.

Realizzazione collegamento murario alle angolate, tramite cucitura con tessuto in materiale composito.